NUOVA SEDE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE



Luogo: 
Firenze, Italia
Cliente: 
CR Firenze
Anno: 
2003
Fase: 
COMPLETATO
  • Project Management, Coordinamento Lavori, Progettazione Strutturale, Coordinamento Sicurezza: GPA
  •  
  • Progettazione Architettonica: Studio Grassi & Associati
  •  
  • Consulenti: CMZ Studio Associato di Ingegneria Setin Engineering
  •  
  • Codice progetto: C03037

Il progetto dell’Architetto Giorgio Grassi è risultato vincitore del Concorso Internazionale di Architettura bandito dalla Banca CR Firenze, cui hanno partecipato architetti di fama internazionale come Norman Foster, Steven Holl e KPF. Il progetto sviluppa gli allineamenti del piano-guida redatto da Leon Krier nel 1994 per il comprensorio delle aree ex-Fiat ed ex-Carapelli. GPA ha svolto le seguenti attività: • coordinamento del concorso di progettazione internazionale • redazione del progetto definitivo ed esecutivo delle strutture • organizzazione della gara d’appalto • direzione lavori strutturale, architettonica e Project Management Il complesso è costituito da sei edifici con quattro piani fuori terra disposti attorno ad un' area adibita a giardino come una piccola città murata rivolta verso il suo interno, e da due piani interrati adibiti ad autorimessa che sono estesi per tutta l’area dell’intervento sia sotto i volumi delle palazzine che sotto l’area del giardino. Le strutture fuori terra sono realizzate con telai di calcestruzzo armato gettato in opera, solai in latero-cemento semi-prefabbriacati e nuclei di controvento costituiti dai vani ascensore. I sei edifici sono tra loro collegati in quota al livello del primo e del secondo piano mediante ponti di collegamento realizzati mediante travi tipo Vierendeel in acciaio. La struttura della autorimessa è di tipo prefabbricato in calcestruzzo armato precompresso. La fondazione di tutto il complesso è costituita da una platea andante gettata in opera dotata di ringrossi in corrispondenza dei pilastri più sollecitati. La copertura di parte dell’autorimessa costituisce il supporto per il giardino pensile soprastante. In tutte le fasi della costruzione è stata posta particolare attenzione al problema della protezione dell’edifico dall’acqua dovuta alla presenza della falda. La struttura progettata da GPA è stata opportunamente isolata termicamente secondo le disposizioni di legge e rivestita da facciate ventilate che sono parte in pietra Santafiora e parte in mattoni faccia vista.